BLOG

Bonus casa, l’invio all’Enea slitta al 1° aprile


news del 26/02/2019

 

Quaranta giorni in più. È stata prorogata al 1° aprile la scadenza per l’invio all’Enea dei dati relativi ai lavori di risparmio energetico “generici”: cioè quelli agevolati con il bonus del 50% per il recupero edilizio. Il nuovo termine riguarda tutti gli interventi conclusi nel 2018.

 In questo modo la scadenza è stata allineata per tutti i lavori terminati l’anno scorso: senza più distinguere tra quelli ultimati prima e dopo il 21 novembre 2018 (giorno di avvio del portale dedicato).

L’obbligo di comunicazione è stato introdotto dalla legge di Bilancio 2018 e coinvolge tutte quelle opere che – pur agevolate dalla detrazione del 50% per le ristrutturazioni (il vecchio 36% per intenderci) – hanno un impatto sui consumi energetici della casa: dalla coibentazione delle pareti alla sostituzione della caldaia, dal cambio delle finestre all’installazione del fotovoltaico. L’elenco è riportato nella «Guida rapida» dell’Enea e comprende anche gli elettrodomestici abbinati ai lavori edili (e che fruiscono del bonus mobili del 50%). Questa comunicazione non va confusa con quella per l’ecobonus (il 55-65%), che ha una sua procedura, già rodata da tempo e che prosegue senza modifiche.

L’invio all’Enea per il bonus del 50% va effettuato – a regime – entro 90 giorni: termine che decorre dalla fine lavori (collaudo delle opere, certificato di fine lavori o dichiarazione di conformità; o data del documento d’acquisto per gli elettrodomestici).

Solo per questo primo anno di applicazione, però, visti i tempi lunghi per la partenza del sito, c’è stata una sorta di rimessione in termini: per cui la scadenza del 19/21 febbraio, ora spostata al 1° aprile, riguarda anche chi ha concluso le opere nei primi mesi del 2018. E proprio il nuovo rinvio al 1° aprile consente di dare un termine unico, valido anche per coloro che hanno ultimato gli interventi a fine dicembre (e che erano soggetti fin da subito alla “tagliola” dei 90 giorni).

La comunicazione può essere eseguita con il fai-da-te, anche se si può sempre ricorrere all’ausilio di un tecnico. E chi trasmette dati errati relativi al 2018 ha la possibilità di correggerli entro il termine per l’invio della dichiarazione dei redditi (31 ottobre).
Per i lavori conclusi dal 1° gennaio scorso arriverà a breve il nuovo sito Enea dedicato agli interventi del 2019.

 

[Fonte: il sole24ore]


leggi altre news

Vuoi scambiare documenti con lo studio?


Scarica Google Drive e richiedi a info@studiopoli.net una cartella condivisa

Studio Poli & Associati
Commercialisti - Revisori Contabili 

Indirizzo: Via IX febbraio 7 - 50129
Località: Firenze - Italia
Tel: 055 476974
Fax: 055 476975
info@studiopoli.net

ORARI UFFICIO
dal Lunedì al Giovedì: 9:00 - 13:00 / 15:00 - 19:00
Venerdì: 9:00 - 13:00